cracker1

Sempre in tema di musica spensierata senza troppi fronzoli basata sulla voglia di suonare per divertirsi, quella dei Cracker è quella che fa al caso giusto. Nati dalle ceneri dei Camper Van Beethoven agli inizi degli anni ’90 sono ancora attivi e hanno pubblicato degli ottimi lavori compresi dei live interessanti per la carica di allegria che trasmettono. La loro è una musica semplice  costruita sopra dei boogie rock’n’roll  direttamente pescati dalla tradizione roots a stelle e strisce, sporcati quanto basta di accelerazioni punk e inserti country sapientemente inseriti nella costruzione delle canzoni. Musica semplice dicevo, basata sulle tematiche di sbronze, donne, sesso e lunghe fughe in automobile; sempre all’interno di quei paesaggi infiniti che hanno disegnato la leggenda del continente americano, anche se ogni tanto descrivere intorno al paesaggio le contraddizioni che offrono questi scenari, è proprio lo sconfinamento ideale dentro a tematiche sociali che premono e che da sempre hanno accompagnato l’illusione del “famoso” sogno… e l’America è anche questa: un presente complicato sopportato dalle nostre piccole cose: l’alcol, il sesso e l’illusione della libertà. Alle spalle ci lasciamo una lunga giornata di lavoro (quando c’è, chiaramente), fa caldo e abbiamo sete, vogliamo sentire scorrere il vento a cento all’ora e gridare che siamo ancora vivi, fregandosene di tutto e tutti e poi rientrare insieme agli altri per assaporare la nostra anima bambina. Vogliamo divertirci e basta, anche solo per un’ora, ma è proprio questo breve insieme di minuti che ci riconcilia con il mondo, è proprio questo piccolo spazio d’orologio che ci fa sentire dei giganti, e questa, è la musica giusta… quella che volevamo sentire !!!

I loro album sono tutti belli anche se io consiglio i primi due per la freschezza e le dinamiche via via sovrapposte nelle loro tracce: pezzi veloci e tirati quanto basta, alternati a ballatone e repertori blues-rock che lasciano il segno: “Cracker” “Kerosene Hat”.

crackers4

cracker12

Chiaramente nelle versioni live la loro predisposizione allo spazio ludico delle loro canzoni prende il sopravvento, e di quelli pubblicati (ce ne sono diversi), consiglio quello uscito nel 2010 intitolato Live at the Crossroad-Festival perché racchiude il loro vasto repertorio in maniera convincente e passionale

crackers7

La vita scorre veloce come un riff di chitarra elettrica; ci cattura e ci consola, e ci trasforma, probabilmente anche soltanto per quei cinque minuti in cui rapisce l’anima o la confonde per il semplice gusto del bello immediato. Non importa… domani ci sarà un’altra giornata e un’altra canzone da mettere nel piatto. Lo so… la ricetta è troppo semplice, ma in fondo, il mondo è bello anche per questo

L’ultima precisazione è che il loro leader Davia Lowery nel 2011 ha pubblicato il suo album solista dal titolo The Palace Guard: un lavoro veramente sorprendente per la consueta ironia ricchissima di sarcasmo e per la varietà di stili che lo compongono. Infatti continua a non smentirsi, vivere per divertirsi con una serie di metafore curiosissime,  legate appunto alle figure variopinte che, vestite come dei pagliacci, fanno da uscieri ai grandi hotel delle città americane. A volte il gusto dell’eccesso pensa di attirare clienti per un’attualità troppo legata all’immagine, ma il cantautore scruta e filtra distillando ogni presunzione per farne un grido di battaglia, a volte con la rabbia, e a volte pigliando semplicemente per il culo !

Cracker David+Lowery+-+The+Palace+Guards

Intanto mi godo una bella birra fresca e ascolto queste schitarrate con la voglia di godermi il sole fin che dura… al resto penseremo dopo… salute !!!

il Barman  del Club

Camper Van Beethoven at Mohawk on July 26, 2013David Lowery

5 Comments on “MUSICA ESTIVA 7 – Cracker

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: