Questo gran pezzo del trombettista libanese: francese di adozione, dimostra come si possa costruire con la musica una bellissima elegia, articolata su diverse sovrapposizioni dei fraseggi, i quali si integrano magistralmente con le immagini dense di significati relativi alla sua città, e non una città qualunque. Poi, il colpo di coda del finale, dimostra proprio come la nostalgia è solamente un’emozione momentanea, perché sostanzialmente è sempre la gioia a prevalere, la vitalità, la voglia di superare tutto con un esplosione di colori che non si può fermare. Fantastico !!!

24 Comments on “BEIRUT di Ibrahim Maalouf

    • il bello è proprio quello che hai detto: riesce ad creare delle atmosfere che circoscrivono il luogo perfettamente, e coinvolgono, come se le immagini s’integrassero e diventassero parte stessa della musica, o viceversa è la musica che dipinge il filmato fino all’esplosione finale e alla conseguente vitalità, com’è giusto che dev’essere…

      "Mi piace"

  1. Ibrahim Maalouf è un musicista di grande spessore umano. Cerca su YouTube le Beirut jam sessions, fra gli ultimi video c’è anche lui che suona col suo chitarrista sul balcone.

    "Mi piace"

  2. Io ti adoro
    per le cose
    che mi fai scoprire.
    Questa melodia
    non mi ha fatto dormire
    ieri notte.
    Ti prende per i capelli
    ti lacera il cuore
    ti fa morire
    e poi
    resuscitare.
    Leggerti è
    obbligatorio
    secondo
    me.

    Nyno.

    "Mi piace"

  3. Brano bello (anche se faccio fatica a gustarmi un brano con un titolo così carico di implicazioni, ecc.) ma il video è orrendo!

    "Mi piace"

  4. orrendo: “che desta nell’animo un senso di orrore; di estrema bruttezza; che suscita raccapriccio per le sue caratteristiche crudeli, atroci o perché repellente, spaventoso”. Ma in senso figurato o poetico e se vogliamo metaforico, per non dire freudiano, può anche essere inteso come una percezione attenuata di cosa e persona che ispira un sentimento misto fra il timore e la venerazione causando paura e nello stesso tempo una forma di attrazione fatale: come il cinema Horror per esempio, o la morbosa attrazione della morte in diretta: guardare se non ammirare il replay di un incidente automobilistico, CRASH per un altro esempio, e altro ancora…

    "Mi piace"

  5. Oh, senti ho il mal di testa post sbronza quindi non riesco a dare un significato alle tue parole. Ma riguardo al video ecco le impressioni di un beone: prima parte: tutta una mestizia tipo ecatombe di gatti.Seconda parte: gioia melensa, la musica che unisce, rende felici, ma dai! è lo spot di una birra famosa.
    Brrr.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Il primo amore

qui si beve di tutto: servitevi !!!

Low Profile

Vôla bas e schîva i sas

Lividi e Musica

La buona musica fa male

La dimora dello sguardo

qui si beve di tutto: servitevi !!!

fardrock.wordpress.com/

Ovvero: La casa piena di dischi - Blog di canzonette e affini scritto da Joyello Triolo

a closer listen

a home for instrumental and experimental music

Off Topic

Solo contenuti originali

Black roses for me

The pleasure and the pain by Marianne Peyronnet

Rock And Roll

& Other Sounds

Reverendo Lys ®

Tutto ciò che so e che mi importa della vita è chiuso tra 7 e 12 pollici di vinile nero.

Sun-13

The Best Music - from Liverpool to Beyond

idastamile

http://idastamile.wordpress.com/

downatthecrossroads

Where the blues and faith meet

music won't save you

suggestioni musicali a cura di raffaello russo

Il pensiero permanente

Non importa a cosa, l'importante è pensare

Don't Eat The Yellow Snow

Everybody's talking 'bout the stormy weather

TURN UP THE VOLUME

Dope Blog for Music Junkies and Gig Addicts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: