Dominique Mulhem-3

Il dipinto

Eccolo dunque:
un dipinto dell’eroico sindaco nero
di Chicago da poco scomparso
in mutande da donna
in nome dell’iconoclastica artistica
e della libera espressione
e della libertà costituzionale
e dei diritti civili individuali

Dominique Mulhem-5

Ed eccoli alla fine,
i consiglieri comunali
toglierlo dalla parete
rimuoverlo dalla mostra
in nome delle masse lavoratrici
le cui libertà costituzionali
e libera espressione
e diritti civili

Dominique Mulhem-6

sono stati soffocati, censurati,
corrotti, marginalizzati, trascurati;
e ora che i loro eroi
vengono resi kitsch,
pornografizzati, travestizzati
per riflettere la più sordida
degradante e nella razza umiliante
nazione tutto-va-bene della terra

Dominique Mulhem-7

Be’, cosa dire?
Hanno sbagliato a rimuovere il dipinto
del sindaco progressista
che aveva guidato i lavoratori
verso la distruzione
della putrida macchina fascista
che ora che Harold Washington è morto
vuole riaffermare
la sua disgustosa oppressione?
Mamamamama rimuovere un dipinto!

Dominique Mulhem-1

Mamamamama l’individualità dell’artista…
l’individualità dell’artist
l’individualità dell’artis
l’individualità dell’art
l’individualità dell’ar
Eeee l’artista?

E la classe?

Dominique Mulhem-8

Provoprovoprovoprovocazione è l’essenza dell’arte!

Quale provocazione, signor Conservatore?
Signor Conservatore dell’Istituzione.
Signor Conservatore dell’Istituzione Sovvenzionata dalle Aziende
Signor Conservatore dell’Istituzione Sovvenzionata dalle Aziende d’élite.

Quale provocazione?

Mamamama e lo spazio vuoto sulla parete, la violazione
dell’artista, il danno alla cultura… !

Dominique Mulhem-9

Sei tu lo spazio vuoto sulla parete, Signor Conservatore,
tu la violazione dell’artista
e il danno alla cultura.

Dominique Mulhem-13

David Nelson ha dipinto Mirth & Girth
tra le cento fantasie contorte
della sordidezza
della politica e della politica della sordidezza ,
del terrore del sesso della Nerezza
e della Nerezza del sesso.

Dominique Mulhem-15

Fantasie usate dal capitalismo
segretamente per mezzo di un’estetica razzista
o apertamente per mezzo dei mercati del porno
per dislocare l’immaginazione con un prezzo,
per tenere artisti e lavoratori assieme
sporchi della loro purezza

Dominique Mulhem-16

paralizzati in libertà perversa,
fuggitivi da dignità umana
e lotta politica,
stupefatti nell’affrontare vita collettiva
o azione rivoluzionaria.

Dominique Mulhem-14

Siamo partigiani, Signor Conservatore Ce-L’ho-Fatta,
e anche tu, Signor Artista Tutto-Sempre-Nuovo,

Dominique Mulhem-17

siamo in guerra
con l’arte come privilegio,
con l’imbellettarsi dell’anima,
con il distorcere la verità
riguardo a chi cerca di far vedere ai lavoratori
quanto bella la realtà
della loro immaginazione come classe
in movimento veramente sia.

Dominique Mulhem-11

Applaudiamo la rimozione del dipinto?
In modo enfatico e provocatorio?
Si!

Dominique Mulhem-10

Vi stanno prendendo in giro

Acconsentire al saccheggio.
Svuotare le tasche della rabbia,
così come di ogni altra cosa che vi appartenga,
prima che entrate nella cella infinita.
Fare affari coi migliori tra loro,
dare un bacio sulla guancia al principio,
e un buffetto sulle natiche,
mandare il principio all’angolo
si Sasparilla & Hoya Streets.
Aprire un locale per gli spogliarelli nella Nevski Prospekt.
Vedere che c’è un sacco
di cocaina a Leningrado.
Intossicare i paesi baltici,
devastare col ghiaccio la Polonia,
tornare con ciottoli a Mosca
per rivenderli a prezzi enormi.
Magliette con falce e martello dovunque negli U.S.A.
sponsorizzate dal McDonald’s vicino al Bolshoi.
Nedra Flunk presenterà
la Raisa Dildo.
Vivremo tutti cent’anni:
pecore bianche come neve.

4

Felicità

C’è una felicità, una gioia
nell’anima che è stata
sepolta viva in ciascuno di noi
e dimenticata.

Non si tratta di uno scherzo da bar
né di tenero, intimo umorismo
né di amicizia affettuosa
né un grande, brillante gioco di parole.

Sono i superstiti sopravvissuti
a ciò che accadde quando la felicità
fu sepolta viva, quando essa
non guardò più

dagli occhi di oggi, e non si
manifesta neanche quando
uno di noi muore – semplicemente ci allontaniamo
da tutto, soli

con quello che resta di noi,
continuando ad essere esseri umani
senza essere umani,
senza quella felicità.

2

Blu

L’amore mi travolge
come colei che è andata
via e ha lasciato il suo vestito bianco
a fiorellini blu

dietro. Dietro, dietro
andando verso il futuro
radiosamente nuda. Cosa
devo farne? Indossarlo?

Io non indosso abiti. Amo
quello che c’è dentro. Ma
questo è così triste e solo
che lo lascerò posato

per un po’ sul mio petto,
contro la curva del mio braccio
e lascerò che i fiori blu
siano blu.

Dominique Mulhem-2

testi di Jack Hirschman da “Soglia Infinita” e “Volevo che voi lo sapeste” (Multimedia Edizioni)

illustrazioni di Dominique Mulhem

1

Jack Hirshman è stato professore di inglese alla UCLA di Los Angeles dal 1961. Nel 1966fu licenziato perché promotore di una serie di proteste e manifestazioni contro la guerra in Vietnam, attività definite “contro lo Stato”. Una di queste fu l’attribuire la “A”, ossia il massimo dei voti, a tutti gli studenti destinati all’arruolamento per aiutarli a sfuggire alla guerra.
Fu molto vicino alla Beat Generation, amico di Allen Ginsberg, Gregory Corso, Bob Kaufman, Martin Matz, Lawrence Ferlinghetti, e di tutti gli altri poeti beat.
Da essi prese le distanze, tuttavia, definendo la loro una “rivoluzione borghese”, fatta di droghe e di misticismo orientale. Più vicino politicamente e culturalmente, invece, ai movimenti radicali afroamericani, come il Black Panther Party ed a poeti come Amiri Baraka.

12

21 Comments on “JACK HIRSCHMAN – Il dipinto

  1. “Felicità” inquadra la società odierna “esseri umani senza essere umani e senza quella felicità che è stata sepolta viva in ciascuno di noi ” ed aggiungo, ormai morta .
    Ciao barman , ho bisogno di qualcosa di forte …. periodo di merda (scusa il francesismo)

    Piace a 1 persona

  2. Trovo questo post straordinario barman. Chissà a quale profondità dell’intelletto (o dell’anima) forma e contenuto in esso coincidono, si fondono e mi fanno stare bene. Facciamoci due URBOCK barman, l’occasione merita.

    Piace a 1 persona

  3. Interessante analisi della ipocrisia odierna
    Mai come in questi tempi le immagini porno sono su ogni click d’occhio e di mouse eppure sui social certe opere d’arte sono bannate perché considerate materiale osceno…

    Blu mi piace moltissimo

    Ciao Barman 🤗

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: