Categoria: 05) CAMPARI SHAKERATO – Arte minima (poesia-teatro)

IO SONO IL TUO UOMO

IO SONO IL TUO  UOMO                  “… e se vuoi divorare la strada in solitudine                        io scomparirò per te…                        Io sono il tuo uomo”                       … [Continua a leggere IO SONO IL TUO UOMO]

LA SANTITÀ NON CI APPARTIENE MEGLIO IL SESSO – (2)

La santità non ci appartiene meglio il sesso Il respiro non trova sboccose un’aureola è stata dimenticatasulla strada della perdizioneascoltandola vittoria del rock’n’roll.

BIANCO

Bianco È già iniziata o c’è sempre stata insieme a un rumore di fondo quella che ovunque chiamiamo la fine del mondo intorno alla nostra comprensione e all’equivoco di misurare il tempo

ROSSO

Rosso La chiamano alba quella luce che illude ogni volta il senso di essere i primi a vederla la vita

IL SERVITORE MUTO

IL SERVITORE MUTO Ho posato gli occhi sopra la fine del giorno che ricomponi piano insieme al vestito accarezzato dolcemente con la mano insieme alla premura di fare un po’ di ordine dentro a queste ore buie

BLU

BLU               “…Tutti dicono che l’inferno è l’ultima moda,                     io non ci credo                     ma ci darò un’occhiata comunque…”                                           … [Continua a leggere BLU]

ENDLESS HOTEL

Photo Lucien Clergue Endless Hotel  Non serve parlare Ogni volta cerchiamo le scale verso stanze inquiete per toccare quello che è rimasto del mare

CENERE ALLA CENERE

Cenere alla cenere Qualcuno un giorno andò nel suo deserto con i piedi scalzi per sentire il freddo dell’oscurità

VERSO OVEST

Verso ovest Sarà un libro americano a incidere infinite vie su questa pelle stanca ancora viva per decidere

AGORAFOBIA

Agorafobia Da tempo ormai ogni respiro è uno spazio chiuso perché sui libri inventati è facile scrivere la propria epopea

LE NOSTRE IMPRONTE

Le nostre impronte Le mie mani salgono ad una ad una sulle tue Le cercano per sentirsi rubate dagli angoli remoti che vogliono abitare fino a disperdere il bottino come le impronte impossibili da cancellare

DA UNA RIVA ALL’ALTRA

DA  UNA RIVA ALL’ALTRA Immergersi ancora una volta per esistere oltre le figure della scogliera Mai il colore dell’acqua è stato così uguale al cielo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: