Qualche giorno fa in televisione ho sentito lo sfogo di un operaio di una delle tante fabbriche italiane che stanno chiudendo, il quale, disperato diceva: “… non me ne frega niente della pensione, fatemi lavorare fino a ottant’anni, ma fatemi lavorare !!! “.

L’ articolo 1 della nostra Costituzione e i comma seguenti, sono un esempio straordinario di democrazia perchè, mentre altre costituzioni come per esempio, quella americana e quella francese, dicono sostanzialmente che l’ uomo è un essere libero; quella italiana sottolinea che, se l’ uomo  non ha da mangiare o da vivere, come fa ad essere libero ?  Ecco che in tutti questi anni lo Stato come tale si è fatto garante, per consentire a tutti i cittadini di godere di questo diritto inalienabile. Poi sono arrivati gli anni del  “liberismo” selvaggio e dei “condottieri paladini” che portavano il nome della Thatcher e di Reagan, i quali sostennero che incece “…lo Stato non risolve i problemi, anzi, lo Stato è il problema”. Da questa pazza eresia in cui hanno attinto i “papagalli di tutto io mondo” (soprattutto i nostri…) istigando all’ individualismo più sfrenato, non rimangono che i brandelli di un’ idea devastante, dilacerata da una crisi mondiale che l’ ha fatta a pezzi. Infatti è toccato ancora allo “Stato” (ricordiamoci che lo Stato siamo noi) tanto vituperato (come dicevano “loro”: “umiliato dal socialismo reale”), ebbene, è toccato ancora allo Stato tappare i buchi, salvare le banche, le grandi industrie… gli individualisti.
E noi ? Noi siamo ancora qui a lottare, a urlare sul crinale di un baratro:
RIDATECI IL  LAVORO !!! VOGLIAMO CONTINUARE AD ESSERE UOMINI LIBERI !!!

P.S.
è chiaro che non intendo l’ assistenzialismo
ma l’ insieme di una società in cui l’ imprenditore, l’ artigiano, il commerciante e i dipendenti possano continuare a vivere degnamente per dare un futuro a chi arriverà dopo di noi.
Vi lascio un link dove potete trovare un bel saggio sulla nostra Costituzione
e sui rapporti nel mondo del lavoro con tutti i suoi risvolti
www.puntorosso.it/images/saperi/lav-cost.pdf

6 Comments on “Ma l’ Italia non era una repubblica democratica fondata sul lavoro ?

  1. e allora è un bel problema… vedi, ti ricordo che lo “stato” siamo noi. Nei paesi anglosassoni va a votare il 40% degli aventi diritto, ma quel 40% poi controlla attivamente il lavoro degli “eletti”. In Italia va a votare l’ 80% delle persone ma poi si disinteressa completamente di quello che faranno i “votati”. Si limita solamente a brontolare senza “fare”. Gaber diceva che la libertà è pertecipazione, è questo non è uno slogan sessantottino, ma è la realtà. Dobbiamo partecipare tutti per avere uno “stato” migliore, altrimenti, come è successo, saremmo governati dai mafiosi. Tu mi risponderai che le elezioni le vincono sempre quelli che hanno i soldi, può darsi, ma se almeno non ci proviamo, non ci crediamo, sarà sempre peggio… salute “Stan”

    Piace a 1 persona

    • è chiaro però, come ha detto Francis Bacon, che niente provoca più danno in uno Stato del fatto che i furbi passino per saggi. E mai come oggi, sulla nostra pelle, questa affermazione è drammaticamente reale

      Piace a 1 persona

  2. Vero: a volte votiamo, poi non partecipiamo. In compenso chi riesce a salire sul carro partecipa, eccome, allo sfruttamento e alla razzia di quel poco che ancora resta.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Erbe del benessere

La sintonia della natura

direfarebaciare

luogo di sconfinamenti

TheKop Curva CrossOver

All Things Milan and Liverpool

J. Iobiz

Scrittore. In realtà, sono solo un personaggio di fantasia, ma di quale fantasia non ricordo più

Living Deep

Se ti trovi su questo sito stai cercando delle risposte profonde. Noi non possiamo fornirtele, al contrario, faremo nascere delle nuove domande dentro di te.

il Blog

il Blog

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Letture, riflessioni sull'arte, sulla musica.

Culturalizando

Artigos para Reflexão, Resenhas, Filosofia, Frases de filósofos, Cultura e Arte

Adreno Croma

Controversy Records Blog

che-blog

Blog italiano di cultura generale

Lluís Bussé

Barcelona's Multiverse | Art | Culture | Science

Perception

Until I know this sure uncertainty, I'll entertain the offered fallacy.

ThePsychRock.com

New Psychedelic Music

DenpaFuzz

the home of psychedelic sounds and more....

CELLA VINARIA

sito amatoriale di gusto e retrogusto

PIATTORANOCCHIO

Piattoranocchio non è solo un blog di ricette! Allieta la tua giornata con storie divertenti e saziati di foto!

perìgeion

un atto di poesia

Mi camino buscandoT

...y os encontré.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: